Come pulire asciugatrice: la giusta manutenzione per il corretto funzionamento

Come pulire asciugatrice: la giusta manutenzione per il corretto funzionamento

L’asciugatrice: l’innovazione direttamente a casa tua

Possedere un’asciugatrice risulta ormai una comodità che sempre più famiglie si concedono.

L’asciugatrice infatti rappresenta un validissimo alleato, soprattutto nella stagione invernale, per evitare certi disagi che purtroppo sono inevitabili se non la si possiede.

Innanzitutto in inverno i panni impiegano molto più tempo ad asciugarsi una volta estratti dalla lavatrice e questo porta l’aria ad impregnarsi di umidità. L’umidità prodotta dai vestiti stesi in casa a lungo andare incentiva la proliferazione di muffe e di spiacevoli funghi dannosi sia per i muri della casa (che si sgretolano, si crepano e sono antiestetici), sia per la salute.

Se si acquista un’asciugatrice tutto questo può essere evitato perché i vostri panni usciranno già asciutti e pronti per essere stirati o addirittura solo piegati. In ogni caso, è comunque essenziale apportare la giusta manutenzione ad un elettrodomestico come l’asciugatrice in modo da evitare spiacevoli sorprese che potrebbero rovinare o sciupare i vostri vestiti preferiti.

Questo articolo si propone di esporvi dei metodi efficaci su come pulire tutte le componenti dell’asciugatrice in modo da mantenerla sempre performante e di ottima qualità.

Come pulire l’asciugatrice: il filtro e il contenitore dell’acqua di condensa

Un’asciugatrice è formata da varie componenti che, con l’utilizzo frequente o non corretto, possono danneggiarsi o creare spiacevoli inconvenienti. Diventa essenziale, quindi, adottare dei piccoli accorgimenti che potranno garantire al vostro elettrodomestico una durata ed un’efficienza performanti.

In un’asciugatrice la componente più importante è senza dubbio il filtro. Per questo motivo risulta fondamentale procedere ad una manutenzione ed una pulizia periodica del filtro.

La frequenza ottimale con cui pulire il filtro sarebbe dopo ogni ciclo di asciugatura, soprattutto quando si asciugano capi di lana che tendono a rilasciare dei batuffoli che spesso confluiscono all’interno del filtro.

Per la pulizia frequente si consiglia di estrarre il filtro dalla propria posizione (fare sempre molta attenzione perché è una componente delicata) e con uno straccio morbido di cotone pulite sia l’incavo del filtro, sia il filtro stesso, rimuovendo qualsiasi eventuale traccia di batuffoli di lana, polvere o sporcizia.

Per una pulizia più intensa del filtro (da effettuarsi almeno una volta al mese) sarebbe ottimale immergere il filtro nel lavandino colmo di acqua calda e bicarbonato e lasciare agire il composto per qualche ora, in modo che tutti i residui incrostati o più difficili si sciolgano e si ammorbidiscano. Una volta trascorso il tempo necessario potete procedere ad una pulizia accurata e approfondita della superficie del filtro tramite una spazzolina a setole morbide o una spugna .

Un’altra componente molto importante su cui porre l’attenzione è il serbatoio dell’acqua di condensa. Infatti, è importante provvedere sempre alla rimozione dell’acqua di condensa che si deposita all’interno del serbatoio della condensa.

Questa operazione deve essere effettuata dopo ogni ciclo di asciugatura perché il contenitore, una volta raggiunta una soglia specifica rilevata da dei sensori, si blocca e non è più in grado di contenere acqua.

Per evitare, quindi, che la vostra asciugatrice si blocchi durante il ciclo di asciugatura, è bene tenere monitorato il serbatoio della condensa e svuotarlo ogni volta che è necessario.

Talvolta nel contenitore della condensa possono crearsi (sopratutto in estate) degli spiacevoli depositi di batteri o sporcizia che possono dar luogo a cattivi odori ed inficiare il corretto funzionamento dell’asciugatrice.

Per questo motivo è consigliabile pulire e disinfettare anche il serbatoio della condensa una volta ogni 2 o 3 mesi con un panno morbido inumidito da una miscela di acqua tiepida e bicarbonato di sodio o, in alternativa, di un detersivo neutro igienizzante.

Come pulire l’asciugatrice: altre componenti

Anche se rappresentano le componenti più esterne e meno delicate, anche il cestello e l’oblò dell’asciugatrice necessitano di manutenzione.

Quando si inseriscono nell’asciugatrice dei vestiti di materiali delicati (sopratutto di lana), può succedere infatti che questi rilascino dei batuffoli di tessuto che si possono depositare lungo tutto il perimetro del cestello o sul vetro dell’oblò.

È molto importante provvedere a rimuovere tempestivamente questi residui prima di procedere con il successivo ciclo di asciugatura.

Per rimuoverli è bene aspettare almeno un’ora dalla fine del ciclo di asciugatura interessato, in modo che l’elettrodomestico non sia più caldo e procedere alla pulizia tramite un panno morbido (possibilmente di cotone) imbevuto in poca acqua tiepida con l’eventuale aggiunta di qualche goccia di aceto (che è un igienizzante naturale) o prodotti specifici che potete trovare in qualsiasi supermercato.

Questa operazione va effettuata sia per il cestello sia per il vetro dell’oblò e, una volta terminata, è bene lasciare aperto l’oblò per almeno un’ora in modo che tutte le componenti si asciughino completamente.

In ogni caso è sempre meglio lasciare aperto lo sportello quando l’asciugatrice non è in funzione, per evitare che si possa accumulare condensa e che l’ambiente chiuso possa generare batteri nocivi o cattivi odori.