Come cambiare guarnizione frigorifero ed evitare malfunzionamenti

Come cambiare guarnizione frigorifero ed evitare malfunzionamenti

Al giorno d’oggi sul mercato ci sono tantissimi elettrodomestici, come ad esempio i frigoriferi, che vengono proposti con svariate funzionalità tecnologicamente avanzate. Sfortunatamente, la vita utile dichiarata dal produttore non corrisponde sempre al periodo effettivo dell’elettrodomestico, per cui bisogna intervenire con qualche riparazione.

Premesso ciò, se vuoi sapere come sostituire la guarnizione del frigorifero ed evitare malfunzionamenti, in questa guida troverai delle utili informazioni su come procedere con il fai da te.

Possedere un frigorifero significa avere spazio a disposizione per conservare e congelare cibi per te e la tua famiglia ma, quando smette di funzionare correttamente, rischi di perdere ciò che hai inserito. Alcuni problemi che in genere si verificano in un frigorifero riguardano, ad esempio, l’accumulo di brina attorno alla porta quando questa non è sigillata correttamente. La guarnizione, in questo caso, è l’indiziata numero uno e, quindi, va sostituita perché probabilmente si è deformata.

E’ importante, dunque, sapere come cambiare guarnizione frigorifero per evitare la perdita degli alimenti freschi e congelati che ci sono all’interno.

Le operazioni preliminari per sostituire la guarnizione del frigorifero

Se vuoi sapere come sostituire guarnizione frigorifero ed evitare il malfunzionamento che ne deriva, devi procedere in sequenza con delle operazioni preliminari che qui di seguito troverai dettagliatamente elencate. In primis, prendi quella nuova appena acquistata e riponila nella vasca da bagno piena d’acqua calda e lasciala in ammollo per circa un’ora. Questa operazione serve per ammorbidirla e per eliminare le pieghe createsi nella confezione.

Fatto ciò, apri la porta del frigorifero è individua l’interruttore di alimentazione, dopodiché spegnilo. Se non riesci a trovarlo, scollega l’elettrodomestico dalla presa a muro. Successivamente tira fuori tutti gli alimenti che avevi inserito e noterai che sul perimetro della porta è incastonata proprio la guarnizione incriminata. A questo punto controlla in che modo è collegata, dopodiché solleva il bordo per rendere visibili le teste delle viti che la tengono in posizione. In base alla sagoma della guarnizione e del modello di porta del frigorifero, potrebbe tuttavia essere necessario allentarle soltanto anziché rimuoverle definitivamente.

Rimuovere la guarnizione dal frigorifero

Dopo aver espletato i controlli preliminari, allenta o rimuovi le viti che fissano la guarnizione alla porta con un trapano a batteria o un cacciavite. Se il design della porta e della guarnizione richiede, invece, la rimozione totale delle suddette viti, allora preparati a reggere il pannello interno della porta da quello esterno. Fatto ciò, stacca delicatamente la guarnizione dalla sua calettatura e tieniti pronto per inserire quella nuova adagiata nella vasca con l’acqua calda, non prima di averla accuratamente asciugata. Infatti, tutta l’acqua depositata nelle pieghe potrebbe congelare o favorire la crescita di muffe.

A margine è altresì importante sottolineare che in molti frigoriferi la guarnizione non prevede viti di bloccaggio, bensì è predisposta con una semplice scanalatura nel lato posteriore che si incastra in un’apposita calettatura voluta dal brand produttore. Per estrarla totalmente è, quindi, sufficiente fare leva con un cacciavite in uno dei due angoli superiori della parte interna dello sportello.

Inserire la nuova guarnizione

Il passaggio conclusivo per portare a buon fine la sostituzione della guarnizione del frigorifero consiste nel riposizionare nella sua naturale sede il pannello della porta interna su quella esterna, iniziando con una singola vite su ciascun lato. Tuttavia non serrarle definitivamente in modo che la guarnizione si allinei con lo sportello.

Se, invece, non è stato necessario rimuovere tutte le viti, allora stringi definitivamente quelle in precedenza allentate. Nello specifico procedi prima su quelle superiori, e poi serra quelle per la tenuta inferiore.

Se la guarnizione non prevede viti di fissaggio, allora per riposizionarla nella sua naturale calettatura, ti basta adagiarla sulla parte alta e nei rispettivi angoli, dopodiché man mano l’accompagni sulla verticale e sulla base usando un bastoncino di legno per facilitarti l’operazione.
A questo punto avendo portato a buon fine la sostituzione della guarnizione, non ti resta che collegare di nuovo il frigorifero alla rete elettrica e verificare se la brina o altri malfunzionamenti siano spariti completamente.

In caso di responso positivo, allora significa che avrai fatto davvero un ottimo lavoro.