Come collegare lavastoviglie senza commettere errori

Come collegare lavastoviglie senza commettere errori

A molti piace l’idea di installare degli elettrodomestici con il fai da te, sia per hobby che per risparmiare i soldi che un tecnico richiederebbe. Tuttavia, per portare a buon fine l’operazione, è necessario prestare la massima attenzione, seguendo attentamente le istruzioni presenti nel manuale fornito dal brand costruttore e attenersi, quindi, ad alcune linee guida.

A tale proposito, ecco alcuni utili suggerimenti su come collegare lavastoviglie senza commettere errori.

Collegare il tubo di scarico della lavastoviglie

Una lavastoviglie non installata correttamente può comportare un eccessivo raggruppamento di acqua tale da causare allagamenti dell’intera cucina, così come la presenza di muffe e batteri. Anche se l’operazione non è agevole, tutto sommato è un lavoro facile per cui, se è la prima volta che lo esegui e vuoi sapere come collegare lavastoviglie, innanzitutto devi evitare errori comuni.

Premesso ciò, dopo aver estratto la lavastoviglie dall’imballaggio, comincia subito a dare un’occhiata al manuale d’istruzioni allegato e, prima di procedere, inclina l’apparecchio per fissare il raccordo a 90 gradi.

Il consiglio in merito è di non riutilizzare il vecchio tubo di scarico che potrebbe essere danneggiato, bensì quello nuovo compreso nell’imballaggio.

Detto ciò, assicurati di stringere accuratamente la fascetta di collegamento all’apposito connettore, in modo che la pressione dell’acqua, una volta che la lavastoviglie entra in funzione, non lo faccia staccare.

Regolare i piedini della lavastoviglie

Il manuale delle istruzioni, fornite nell’imballaggio, ti spiegherà non solo come installare lavastoviglie, ma ti fornirà anche alcuni utili suggerimenti in merito alla regolazione dei piedini, in modo da livellare l’apparecchio sul pavimento o all’interno dell’apposito mobile ad incasso, se presente.

Fatto ciò, dopo aver installato la lavastoviglie tra due mobili da cucina o in una struttura in legno predisposta, puoi già effettuare altre piccole regolazioni. A margine, è importante sottolineare che, se invece la tua nuova lavastoviglie è dotata di ruote posteriori non regolabili, potrebbe essere necessario utilizzare degli spessori per sollevarla dal pavimento e, magari, fissarli con un po’ di colla, per evitare che si allentino in quanto la lavastoviglie, essendo in funzione, potrebbe vibrare.

Inserire la nuova lavastoviglie nell’ambiente cucina

Dopo aver espletato alcune delle operazioni preliminari, per sapere come installare lavastoviglie nell’ambiente cucina (sul pavimento o in un mobile ad incasso), afferra i lati dell’apparecchio (per evitare di ammaccare il pannello anteriore) e inseriscila nello spazio o vano predefinito.

Tuttavia, il consiglio è di non fissarla del tutto, se prima non effettui i collegamenti necessari. Infatti, devi sapere che questi ultimi comportano il raccordo della linea di galleggiamento in rame, in modo che non perda. Il segreto nello specifico è di allinearla dritta nella parte filettata del gomito e, se necessario, ruotalo leggermente sulla lavastoviglie con l’aiuto di una chiave a brugola. A questo punto, dopo aver espletato anche l’operazione poc’anzi elencata, non ti resta che collegare la lavastoviglie alla presa di corrente, pigiare il tasto di accensione e verificare se l’acqua entri in circolo e, soprattutto, controllare se ci sia qualche perdita. Se tutto ciò è regolare, allora puoi essere davvero soddisfatto di aver portato a buon fine il lavoro e in modo professionale.