Soluzioni fai da te: come smontare lavastoviglie da incasso

Soluzioni fai da te: come smontare lavastoviglie da incasso

La lavastoviglie è sicuramente la soluzione ideale per evitare di pulire manualmente ogni singolo piatto e consumare molta acqua e tempo personale.

Le dimensioni di una lavastoviglie, visto la grande potenza che deve avere, sono sicuramente elevate e, pertanto, il modello più diffuso nelle cucine è quello ad incasso, ovvero posizionabile all’interno della cucina componibile.

Come vantaggio di ciò c’è sicuramente un evidente risparmio di spazio e comodità d’uso, ma anche lo svantaggio dell’eseguire operazioni di manutenzione e riparazione, che saranno più complicate.

Vediamo, dunque, come smontare lavastoviglie da incasso in modo rapido, sicuro ed efficace.

Come smontare correttamente la lavastoviglie da incasso

Come tutti gli elettrodomestici, anche la lavastoviglie può andare incontro a vari problemi di natura tecnica. I più comuni e frequenti sono la lavastoviglie che non asciuga, che non carica acqua, che non lava correttamente, non scarica o perde acqua al di fuori.

Questi problemi possono essere risolti non obbligatoriamente chiamando un apposito tecnico, a cui andrà pagata anche una commissione, ma è possibile scoprire il guasto e risolverlo anche fai da te.

Il problema principale è, appunto, come fare a smontare la lavastoviglie da incasso.

Sicuramente andrà tirata fuori dal proprio spazio prestabilito nel mobile cucina. Pertanto, se non si riesce da soli, è possibile chiamare un aiuto di un’altra persona.

Per tirar fuori e smontare correttamente questo elettrodomestico, sarà importante seguire dei determinati punti:

  • Per prima cosa, togliere la corrente elettrica, visto che l’acqua rimanente, andando a contatto con componenti elettrici, potrebbe portare ad un corto circuito ed anche a seri problemi per la propria salute;
  • chiudere completamente il rubinetto di carico dell’acqua;
  • scollegare tutti i tubi d’acqua collegati alla lavastoviglie, per evitare anche di romperli. Andranno tolti quindi quello di carico e quelli da muro;
  • controllare internamente se la lavastoviglie è attaccata al mobile tramite viti. Se non verranno tolte sarà impossibile riuscire a tirar fuori e smontare l’elettrodomestico;
  • infine, da soli o con un’altra persona come aiuto, tirar fuori delicatamente la lavastoviglie, prestando anche attenzione al posizionamento di eventuali cavi o tubi, per non danneggiarli.

Conclusioni

Queste sono tutte le operazioni preliminari per riuscire a tirar fuori la lavastoviglie da incasso, l’aspetto più delicato della fase di manutenzione ed anche quello più pericoloso per la salute, considerando le componenti collegate alla corrente elettrica.

Si può, ora, iniziare con i vari controlli di ricerca del guasto e risoluzione, seguendo anche le specifiche guide in merito al problema presente. La maggior parte dei problemi sono molto facili da risolvere fai da te, non richiedono ricambi costosi o chiamate di appositi specialisti.

Dopo aver finito e risolto il guasto tecnico dell’elettrodomestico, andrà fatta la manovra a ritroso, sempre delicatamente, ed inserire nell’apposito spazio la lavastoviglie. Riavvitare le varie viti, se presenti, ed infine collegare tutto ciò che è stato tolto in precedenza, quindi alimentazione, tubo di carico acqua e tubi di scarico.